Rivestimento edibile per i pomodori ciliegini ottenuto dal frutto della palma da zucchero o da chitosano

156

La durabilità dei pomodori ciliegini si può aumentare coprendoli con un rivestimento edibile.

Una ricerca ha confrontato l’efficacia di un rivestimento con una soluzione a base di chitosano e di un rivestimento con una soluzione a base di frutti di palma da zucchero. Il chitosano è un biopolimero derivato dalla deacetilazione della chitina, un sottoprodotto del guscio dei gamberetti, della lavorazione del granchio o dei funghi.

La soluzione per la ricerca è stata preparata sciogliendone la polvere in acido acetico. La soluzione a base di frutti di palma da zucchero conteneva acqua, frutto e 1% di glicerolo. I frutti della palma da zucchero si ricavano da una pianta giovane o mediamente matura, hanno una consistenza gommosa, l’interno è bianco. Contengono galattomannano che, a basse concentrazioni, forma una soluzione viscosa utilizzabile come rivestimento edibile.

I parametri valutati al diciottesimo giorno di conservazione a temperatura ambiente sono perdita di peso, pH e cambiamenti di colore. Entrambe i rivestimenti hanno ritardato la perdita di peso, i cambiamenti di pH e di colore dei pomodorini ciliegini. Si tratta di un ottimo risultato in considerazione del fatto che la loro conservabilità media quando non sono trattati è di otto giorni. I rivestimenti riducono la frequenza respiratoria, regolano la permeabilità dell’anidride carbonica e dell’ossigeno, rallentando il metabolismo. Il chitosano ha anche attività antimicrobica contro alcune muffe e batteri comunemente presenti negli alimenti.